Warning: Illegal offset type in /membri/lalibreriadiflavia/wp-includes/post.php on line 1770
Recensione di Anima e Corpo di Simona La Corte - La libreria di Flavia | Bookblog
Collaborazione,  Libro,  Recensione

Recensione di Anima e Corpo di Simona La Corte

Titolo: Anima e corpo
Autore: Simona La Corte
Editore: Self publishing
Pubblicazione: 30 aprile 2019
Genere: Music romance
Prezzo: € 0,99 ebook; € 10,00 cartaceo

Trama

Miranda Visconti è una giovane e talentuosa stilista che ha lasciato Palermo per stabilirsi a Londra, la città che le ha offerto il lavoro dei suoi sogni. Nella Carter’s Hall, una delle più celebri case di moda londinesi, ha l’occasione di essere ingaggiata come costumista dei Black Hearts, la rock band più popolare dell’ultimo decennio. Nella vita privata, Miranda ha sempre ostentato un atteggiamento compassato nei confronti degli uomini, ma l’incontro con Benjamin Sander, il dissoluto frontman della band, le cambierà la vita.
Benjamin Sander ha vissuto un’esistenza piena di sregolatezze, finché la bella Miranda non metterà in discussione tutto, per primo il suo cuore blindato.
La forza prorompente dell’attrazione reciproca obbligherà entrambi a perdere il controllo su loro stessi.
Una storia d’amore intensa e sofferta, di passione e tormento. Perché, a volte, un grande amore ha bisogno di compiere giri immensi.

Recensione

Buongiorno lettori, come procede il vostro weekend? Spero bene.

Oggi sono qui per parlarvi di Anima e Corpo di Simona La Corte, un music romance scritto in prima persona tramite POV alterni, quelli di Miranda, una donna forte e intraprendente, e Benjamin, un uomo arrogante e pieno di sé.

Anima e Corpo, a mio parere, è proprio il titolo giusto per questo romanzo. L’autrice, infatti, parla di un amore che è al contempo carnale e spirituale, un amore così intenso da coinvolgere i nostri protagonisti totalmente. All’inizio, quella che sarà una fortissima attrazione, diventerà quel legame impossibile da sciogliere che lega due persone.

I protagonisti all’interno del romanzo hanno un’evoluzione ben delineata innescata proprio da questo sentimento, quest’attrazione, così forte e così travolgente che li coglie impreparati: Miranda teme di donare il proprio cuore ad un uomo che glielo distruggerebbe perché Benjamin è una rockstar con la fama di seduttore e non sarebbe strano pensare che Miranda sia la sua ennesima conquista; Benjamin, da seduttore qual è, si approccia per la prima volta ad un sentimento che lo spinge non solo a bramare il corpo della ragazza, ma anche a proteggerla, conoscerla, vederla sorridere… Insomma, anche lui può essere colpito da cupido!

Beh fanciulle, non pensate che adesso che il bel frontman sia stato colpito dalla freccia dell’amore tutto vada a gonfie vele. Avete presente i Black Hearts, la band di Benjamin? Ecco, il manager, Richard, un uomo subdolo ed estremamente viscido, ha una figlia che si chiama Pamela. La nostra Pam è quel tipo di ragazza super viziata, abituata ad avere tutto e subito, che si invaghisce di Benjamin e, come un bambino assilla il proprio genitore per giochi e caramelle, Pam assilla il padre per avere Benjamin. Come potrete immaginare, Benjamin non è tanto felice di avere una bambina viziata alle calcagna e ancor meno Miranda.

Benjamin però è un uomo e come tale è capace di fare casini esorbitanti per poi cercare di fare il possibile per risolvere la situazione.

I nostri protagonisti sono due personaggi che si portano dietro delusioni e cicatrici. Riusciranno ad essere l’uno per l’altra un supporto per superare tutto o riapriranno semplicemente le vecchie ferite per poi chiudersi in se stessi? L’amore è un’arma a doppio taglio e quando si intraprendono le sue vie bisogna essere pronti ad essere colpiti dalla parte sbagliata della lama, soprattutto se si è all’inizio del viaggio.

I personaggi dal punto di vista psicologico sono ben costruiti e il modo in cui la storia si evolve non è mai forzato ma anzi è piuttosto realistico. La figura di Pam è un elemento importante, a mio parere, che l’autrice riesce a gestire in modo magistrale ed equilibrato. Le sequenze narrative si alternano e si amalgamano bene rendendo la lettura scorrevole e accattivante. È un romanzo intenso, che oltre a raccontare la storia di Benjamin e Miranda ci mostra le fasi che attraversa una relazione tra due persone con due vissuti differenti ma che nonostante ciò hanno molto in comune, il tutto accompagnato dal tema della musica che fa quasi da sottofondo.

È un esordio con i fiocchi quello di Simona, a mio avviso, e sono sicura che in futuro ci riserverà parecchie sorprese.

Questo romanzo mi è piaciuto, sì. Voi cosa ne pensate?

Valutazione

4 stelle su 5 meritatissime ⭐